STREET ART
21 gennaio 2015
Attraverso l’arte si può raccontare, descrivere o incantare. Da sempre linguaggio visivo potente, utilizza codici estetici vari e differenti, ma inequivocabilmente ed inevitabilmente filtrati dalla mente, dal cuore e dall’anima dell’artista. Quando l’arte invade il tessuto urbano, si appropria di muri e palazzi, si espande e riempie interi edifici o piccoli muretti di periferia si parla di Street Art. Arte di strada o arte urbana dunque, perchè è nell’urbano che trova la propria dimensione ideale e non in una galleria o in un museo d’arte, cercando nel pubblico, vasto e molteplice delle città e delle metropoli, il proprio interlocutore silenzioso e attento. Le opere degli street artist, alcune delle quali ancora realizzate illegalmente, spesso interagiscono con il contesto architettonico circostante ed esprimono il punto di vista dell’artista in modo riconoscibile, attraverso un linguaggio visivo estremamente personale e diversificato.Uno dei maggiori esponenti di questa corrente artistica è Banksy. Dal 2000 questo artista pone l’accento sulla vita sociale, politica ed etica della società odierna con una vena umoristica che lo contraddistingue così come la sua tecnica, semplice ed immediata, quella degli stancil. I soggetti delle sue opere lo sono altrettanto: uomini, poliziotti, anziani, bambini, ma anche scimmie e ratti accompagnati quasi sempre da uno slogan.In Italia, dal circuito bolognese, ci sono Blu ed Ericailcane. "I murales di Blu interpretano il linguaggio architettonico dello spazio pubblico, per ripensarlo e reinventarlo. I temi ricorrenti nell’immaginario di questo artista giocano soprattutto sullo stravolgimento della figurazione umana.” Anche Ericailcane, con le sue opere ibride uomo-animale, è ormai diventato uno dei più famosi nel mondo.E poi c’è lei, Hyuro, argentina di nascita, attiva in Spagna a Valencia. La sua arte è raffinata e poetica, quasi sempre monocroma, tutta al femminile. Hyuro indaga nel profondo dell’individuo fino a rappresentarne i lati più nascosti e profondi. Il risultato è un’atmosfera dove il corpo femminile, quasi sempre il soggetto principale delle sue opere, esprime l’interiorità umana nonchè la propria. Differente dalla Pop Art e dal Graffitismo da cui deriva, la street art è ormai un fenomeno sempre più in crescita, entrata nel vivere quotidiano della città e nel panorama culturale e visivo dei suoi abitanti.







Scritto da: Ikos Staff 
CONDIVIDI:
TAGS: graphic
COMMENTI:
Lascia un Commento
Effettua la Login per scrivere un commento
Login
Non sei ancora un utente registrato?
ARTICOLI CORRELATI