PENSARE LO SPAZIO CON L'ARIA
16 aprile 2015
Artista: Franco Mazzucchelli

Franco Mazzucchelli, classe 1939. La sua produzione artistica sembra seguire con particolare attiguità le coordinate del clima culturale (in particolar modo quello tra gli anni ’60 e ’70) contemporaneo, analizzando il problema dello spazio e della sua agibilità in senso allargato. La serie Gli Abbandoni, strutture gonfiabili in PVC, lasciate in luoghi pubblici, sono ideate per interagire con la gente e per favorire sia una fruizione diversa dei luoghi dove erano collocate, ma anche un punto di vista nuovo, che nasce dall’illusorietà della rappresentazione e giocando sull’uso dei materiali plastici con cui sono costruite, al rapporto tra natura ed artifizio. Il rapporto che l’uomo stabilisce con queste opere "gonfiabili” ha avuto diverse modalità, come nel 1971, gli operai dell’Alfa Romeo le trasformano in barriere durante la manifestazione di protesta, oppure diventano oggetti ludici, come nel progetto di Volterra ’73. Mazzucchelli si inserisce, con il suo linguaggio, nell’alveo dell’arte che partecipava, in quegli anni, in maniera attiva ai cambiamenti sociali. In questi giorni, l’attenzione di Mazzucchelli, dopo un periodo dove le sue sculture diventano oggetti gonfiabili, abbandonati in mare (una mera riflessione sul narcisismo dell’artista nei confronti del suo lavoro), si è focalizzata su piccole sculture da appendere come un quadro, i Bieca Decorazione, dove la forma nasce sempre da una compressione di aria all’interno di forme.




 

Fonti: http://www.francomazzucchelli.it/

Scritto da: Ikos Staff 
CONDIVIDI:
COMMENTI:
Lascia un Commento
Effettua la Login per scrivere un commento
Login
Non sei ancora un utente registrato?
ARTICOLI CORRELATI