NATALE CON I TUOI, MOSTRE CON CHI VUOI
23 dicembre 2015
In questi giorni di festa, non c’è cosa migliore di una visita a una mostra. Ikos ve ne consiglia due in regione: la prima appena inaugurata a Bologna al Mambo, Officina Pasolini fino al 18 marzo 2016, una mostra polifonica sull’universo pasoliniano dagli anni di formazione fino all’ultimo film Salò e al romanzo Petrolio.Un percorso tra 9 nuclei che si dipana tra le vicende biografiche e le opere dell’artista che ha varcato i confini della letteratura, della pittura, della fotografia e del cinema. Un allestimento che ricorda la grande navata di una cattedrale romanica, sulla traccia di un mondo architettonico caro a Pasolini. Un’indagine che attraversa i 9 nuclei, li legge, li esamina e li collega, raccogliendo motivi che ritornano: la figura della madre, la tragedia greca, le visioni di altri mondi, di popoli arcaici, la presenza del sacro, le borgate, il mondo borghese, il potere neo-capitalistico.

Ci spostiamo di alcuni km e arriviamo a Ferrara, dove al Palazzo dei Diamanti fino al 28 febbraio 2016 è aperta la mostra " De Chirico a Ferrara, metafisica e avanguardia”. A cento anni dalla loro creazione tornano a Ferrara i rari capolavori metafisici che Giorgio de Chirico dipinse nella città estense tra il 1915 e il 1918. La mostra, la prima in senso assoluto dedicata all’indagine e all’approfondimento delle peculiarità artistiche e culturali di questo periodo cruciale per l’arte italiana ed europea, presenta la più completa rassegna dei capolavori dipinti da de Chirico e Carrà nel 1917 a Villa del Seminario, l’ospedale psichiatrico militare. Il percorso espositivo, che comprende oltre settanta opere provenienti dai principali musei e collezioni di tutto il mondo, ha il suo fulcro nelle tele realizzate da de Chirico nella stretta forbice temporale degli anni ferraresi. Scandita in sezioni cronologico-tematiche, la rassegna è arricchita da una selezione di dipinti, ready made, acquerelli, disegni, collage e fotografie degli artisti che si ispirarono al maestro italiano, nei quali sarà possibile leggere sorprendenti riprese e citazioni. Per citarne alcuni: Man Ray, Raoul Hausmann, George Grosz, René Magritte, Salvador Dalí e Max Ernst, che realizzarono straordinari capolavori ispirati ai temi e alle iconografie ferraresi di de Chirico e Carrà.
Scritto da: Ikos Staff 
CONDIVIDI:
COMMENTI:
Lascia un Commento
Effettua la Login per scrivere un commento
Login
Non sei ancora un utente registrato?
ARTICOLI CORRELATI